La definizione di “cattiva postura” è molto più semplice e meno “importante” della Sindrome della Catena Cinetica Superiore di Janda o di qualsiasi modello simile: è solo un posizionamento abituale che provoca un inutile sforzo del corpo. La cattiva postura è una postura “scomoda”.

Cos’è la postura?

Un atteggiamento del corpo. Una buona postura non può essere definita da una formula rigida; di solito è considerato il portamento naturale e confortevole del corpo in persone normali e sane. Ciò significa che in una posizione eretta il corpo è naturalmente, ma non rigidamente, dritto, e che in posizione seduta la schiena è confortevolmente diritta. Una buona postura in piedi e in posizione seduta aiuta a promuovere il normale funzionamento degli organi del corpo e aumenta l’efficienza dei muscoli, riducendo al minimo l’affaticamento.

La postura è semplicemente la posizione che i nostri corpi adottano in risposta agli effetti della gravità. È il modo in cui ci tratteniamo, seduti, in piedi o addirittura sdraiati. Nessuna singola postura ci consente di realizzare tutto ciò che vogliamo fare e adottiamo molte posizioni diverse per svolgere compiti diversi.

Se ci si siede, si regge o si sdraia in una postura scorretta per un certo periodo di tempo, si mettono sotto stress muscoli, articolazioni e legamenti. Ciò può causare dolore e danni, ad esempio mal di schiena, collo e spalle.

Se ti addormenti su una sedia e la tua testa non è supportata, quando ti svegli, il collo potrebbe sentirsi dolorante. Questo perché i muscoli e le articolazioni sono stati sottoposti a sforzi e sono in sofferenza. La stessa cosa accade se ti siedi con una cattiva postura, per esempio davanti al computer, alla TV o al volante di un’auto, o cammini in una posizione curva.

L’Importanza di una Buona Postura

Una buona postura è particolarmente importante se non puoi muoverti o cambiare facilmente la posizione da solo, o se provi affaticamento o debolezza muscolare. Una buona postura utilizza meno energia, indipendentemente dal fatto che sia mantenuta dai muscoli o seduta su una sedia di supporto. La postura “buona” ci consente di muoverci nel modo in cui vogliamo, causando il minor sforzo e il minor danno ai nostri corpi.

Va adesso più precisamente affermato che la cattiva postura è un modello inutile e problematico delle risposte fisiche alle sfide posturali. Nel caso in cui non sia già chiaro, una “sfida” posturale è tutto ciò che rende difficile mantenere un’attività funzionale più o meno verticale. L’esempio più semplice e ovvio è quello di sollevare qualcosa di pesante e scomodo. Un esempio meno evidente è quello di lavorare con un computer tenendo la tastiera troppo alta: puoi stare seduto comodamente, o puoi usare la tastiera, ma non entrambi contemporaneamente.

Sedersi per ore con le ginocchia sotto la sedia è un esempio classico ed è un vero rischio per le ginocchia, completamente evitabile e interamente causato da una mancanza di consapevolezza di come funzionano le ginocchia. Se qualcuno ti dovesse dire che in questo caso non esiste una situazione di cattiva postura – una prospettiva scettica abbastanza popolare, in realtà – questo esempio è un ottima confutazione ma ce ne sono certamente altri.

E la pigrizia posturale? Questo è ciò che la maggior parte delle persone immagina quando pensano alle problematiche dovute alla cattiva postura. Evitare le sfide posturali porta nel tempo alla scarsa idoneità posturale. Se evitate abbastanza sfide posturali, alla fine avrete difficoltà ad affrontarle quando dovete…

Per mantenere una postura corretta, è necessario, ogni tanto, essere coscienti della posizione che assumiamo. Ad esempio, come siete seduti in questo momento? Nello stare seduti bisognerebbe appoggiare i piedi sul pavimento ed evitare di accavallare le gambe per non ostacolare la circolazione.

Una corretta postura del corpo non è importante solo per l’aspetto estetico, ma per la salute in generale. Da una postura scorretta possono derivare, alla lunga, seri problemi fisici che, se trascurati, diminuiscono la qualità della vita.

Ogni giorno il nostro corpo assume moltissime posture per ogni attività o movimento che facciamo. Imparare a migliorare la postura ci aiuta a prevenire i dolori, le contratture e le lesioni.

Una posizione sbagliata, inoltre, può arrivare ad influenzare altre parti del corpo, che forse non nell’immediato, ma a lungo termine, possono essere affette da disturbi vari.Molte posizioni apparentemente cattive sono in realtà perfettamente buone, sono ragionevoli compromessi, adattamenti a situazioni e sfide inevitabili.

La maggior parte dei professionisti della postura dimentica questo fatto determinante. Se la causa di una postura risiede nella tua anatomia, provare a cambiarla farà male più che aiutare, o sarà solo inutile.

Se la tua postura è causata dall’adattamento dovuto ad un osso di una gamba più corto risalente ad un incidente motociclistico di vent’anni fa, non avrai molto successo nel cambiare la tua postura. Il contesto della cattiva postura è importante!

Per esempio, un vecchio può camminare curvo perché ha la stenosi spinale e soffre molto se prova a farlo in posizione eretta. Questa non è una “cattiva postura”. Tutto quello che si curva è certamente un problema, ma è il minor dei due mali, ed è lo stesso compromesso posturale che tutti coloro che hanno una stenosi dolorosa scelgono. Ma per un giovane, presumibilmente senza dolore alla schiena, la stessa posizione sarebbe un fardello inutile e certamente “cattivo” che vale la pena risolvere, se possibile.

Un gran numero di persone soffre degli effetti negativi di una cattiva posturaUn gran numero di persone soffre degli effetti negativi di una cattiva postura e tuttavia non cambiano i fattori della loro vita che causano loro il problema. La disfunzione posturale o postura “Povera” è definita quando la nostra colonna vertebrale è posizionata in posizioni innaturali, in cui le curve sono enfatizzate e questo si traduce in articolazioni, muscoli e vertebre in posizioni stressanti. Questo posizionamento prolungato e scadente determina un accumulo di pressione su questi tessuti.

Le condizioni dolorose associate a una cattiva postura sono così comuni che la maggior parte delle persone ha una conoscenza diretta di questi problemi. La lombalgia è il disturbo più frequente, ma la ricerca mostra che il dolore al collo, alle spalle e alle braccia è diventato sempre più diffuso a causa della disfunzione posturale. Problemi ai piedi e alle ginocchia stanno diventando sempre più comuni grazie all’aumento di persone che si dedicano alla corsa e al fitness.

Posizione corretta da seduti

Il corpo umano non è progettato per stare seduto tutto il giorno. In realtà, gli antichi umani non sedevano sulle sedie e molto probabilmente non avevano dolore alla schiena.

Per avere una seduta salutare, dobbiamo conoscere la postura corretta e come usare al meglio il nostro corpo nel modo in cui ci sediamo. Abbiamo anche bisogno di trovare una sedia adatta al nostro corpo. Inoltre, migliori sono la tua salute e la tua forma fisica, più adattabile sarà il tuo corpo per una seduta prolungata.

  • Sedersi bene in poltrona con il corpo in equilibrio e le spalle indietro.
  • postura lombare. Un cuscino lombare può essere utilizzato per aiutarti a mantenere le normali curve nella schiena.
  • Distribuisci uniformemente il tuo peso corporeo su entrambi i fianchi.
  • Piega le ginocchia ad angolo retto, più o meno 10 gradi.
  • Se i tuoi piedi non sono piatti sul pavimento, usa uno sgabello per i piedi o una pila di elenchi telefonici. Regola l’altezza del poggiapiedi per creare l’angolo retto delle ginocchia
  • Cerca di evitare di stare seduto nella stessa posizione per più di 40 minuti. Alzati e muoviti.
  • Se stai lavorando su una scrivania mentre sei seduto, dovrai prestare maggiore attenzione alla postura ergonomica.

Ad esempio, potrebbe essere necessario regolare la posizione dello schermo a livello degli occhi, dei polsi e del posizionamento delle braccia rispetto all’altezza della scrivania.

Nota: la postura posteriore della postura di Seduta è costantemente in discussione. La visione tradizionale della postura corretta è quella di stare seduti dritti. Eppure, negli ultimi tempi, i ricercatori affermano che è meglio avere un sostegno e tornare indietro.

E negli ultimi anni, alcuni ricercatori suggeriscono sedie che sono leggermente inclinate in avanti per prendere la pressione della regione lombare della schiena. A mio parere, continuo a pensare che sia meglio alzarsi spesso e non rimanere statici in nessuna di queste posizioni per lunghi periodi.

Sintomi dolorosi da cattiva postura

Molti dei problemi e dei dolori che possono colpire il corpo a causa della cattiva postura includono il dolore alla parte superiore o inferiore della schiena, dolore al collo, alle spalle e alle braccia. Dolore agli arti inferiori, inclusi dolore alle gambe e ai fianchi, alle ginocchia o alle caviglie. Affaticamento muscolare. Dolori a causa di un accumulo di tensione nella parte superiore della schiena, collo e spalle.

Un gran numero di persone soffre degli effetti negativi di una cattiva postura

Sintomi visibili

  1. Postura SCORRETTA: spalle arrotondate, gobba, testa inclinata in avanti, ginocchia piegate
  2. BUONA postura: postura eretta bilanciata, con una linea dritta dall’orecchio alla spalla fino al fianco
  3. Postura SCORRETTA. Le spalle sono eccessivamente arretrate, bassa schiena inarcata, ginocchia bloccate, la pancia in avanti

Fattori che contribuiscono alla disfunzione posturale

  • Mancanza di educazione o consapevolezza della postura corretta
  • Stile di vita sedentario
  • Esigenze professionali
  • Rigidità articolare
  • Diminuzione della forma fisica
  • Debolezza muscolare
  • Rigidità muscolare
  • Scarsa stabilità del core
  • Pessime stazioni di lavoro ergonomiche
  • Trattamento fisioterapico della postura scorretta

 

Quali sono i benefici e i vantaggi della Ginnastica Posturale?

Basta farla bene per ottenere sin da subito un netto miglioramento della mobilità delle articolazioni, aumentare l’elasticità del tessuto muscolare e altri benefici. Dolori muscolari e articolari, mal di testa e problemi alla circolazione sono infatti tutti disturbi che possono essere legati a una postura scorretta. Dunque, mantenere la colonna vertebrale allineata vuol dire in primo luogo tutelare la salute di tutto il corpo.

Con una costante e regolare Ginnastica Posturale si ottengono un deciso miglioramento della mobilità delle articolazioni e una più ampia elasticità del tessuto muscolare. La Ginnastica Posturale è ottimale non soltanto per coloro che abitualmente soffrono di dolori di schiena, ma anche per coloro che vogliono prevenire questo tipo di dolori.